Finanziamenti Seed in Sardegna

Quando si parla di Finanziamenti Seed si fa spesso riferimento alle tre F, FFF Family, Friends & Fools. Tuttavia non tutti hanno alle spalle una famiglia in grado di sostenerli, specie se si vuole realizzare un progetto industriale.  Non parliamo poi dei Fools che tirano fuori dal cappello proposte come investire 5000€ su un progetto che necessita qualche centinaia di migliaia di euro e pretendere quasi la quota di maggioranza.

Per superare queste difficoltà oggi parlerò di due forme di finanziamento presenti in Sardegna che costituiscono un valido aiuto per chi vuole intraprendere un progetto innovativo.

Il primo finanziamento è proposto da Sardegna Ricerche, l’ente sardo per la ricerca e lo sviluppo tecnologico.

Programma – Voucher Startup Incentivi per la competitività delle startup innovative.

13_143_20080930125349

I soggetti che possono presentare domanda sono “Startup innovative” iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese aventi sede legale e operativa in Sardegna. Nella domanda bisognerà presentare il business plan e il piano di utilizzo del voucher della durata massima di 12 mesi.

All’impresa verrà concesso un contributo a fondo perduto (voucher) il cui importo complessivo non deve superare il massimale di 50’000€. L’intensità dell’incentivo è pari all’85% dei costi rendicontati.

I costi ammissibili sono:

  • costi di funzionamento;
  • costi per investimenti materiali e immateriali;
  • costi per prestazioni di terzi;
  • costi del personale tecnico coinvolto nello sviluppo del business plan;
  • altri costi connessi nello sviluppo del business plan.

Il secondo finanziamento è il Piano Sulcis.

La delocalizzazione di imprese come Alcoa e Rockwool ha portato un incremento del tasso di disoccupazione che dal 43,1% del 2008 è passato al 73,9% del 2014. Al fine di rilanciare il settore industriale è stato sottoscritto nel 2012 un Protocollo d’Intesa fra il Governo Nazionale, Regione Sardegna ed Enti locali al fine di rilanciare il settore industriale del Sulcis.

I finanziamenti messi a disposizione per i progetti d’impresa sono:

  • €32.700.000 Incentivi
    (PMI industria sostenibile – edilizia, energie, biotecnologie; Turismo; Agroindustria – vitivinicolo, ittico, erbe officinali);
  • €5.000.000 Ricerca
    (Bonifiche e risanamento ambientale; Energia; Agroalimentare);
  • €15.000.000 Opere per la valorizzazione dei luoghi e dotazioni per le competenze
    (Valorizzazione dei luoghi; Supporto degli insediamenti produttivi; Potenziamento delle dotazioni per lo sviluppo delle competenze – scuole di eccellenza e formazione);
  • €3.000.000 Assistenza tecnica
    (Supporto e accompagnamento alle imprese del territorio, scouting e promozione del territorio; Studi di fattibilità economico finanziaria e approfondimento delle idee progettuali).

I progetti di Ricerca&Sviluppo saranno finanziati per il 75% a fondo perduto mentre i progetti che riguardano servizi al 15%.

L’attuale presidente della Regione Francesco Pigliaru ha nominato Tore Cherchi suo delegato alla presidenza del coordinamento regionale per l’attuazione del Piano Sulcis.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...